❗️ La Direzione principale dell’intelligence avverte che il Cremlino prevede di far saltare in aria gli edifici residenziali a Mazyr per portare la Bielorussia nella guerra contro l’Ucraina

 🔻 Secondo i dati ricevuti, la Federazione Russa cercherà di portare la Bielorussia in un conflitto militare con l’Ucraina attraverso una serie di provocazioni contro infrastrutture e civili.

🔻Per questo, gruppi di sabotaggio sono arrivati   nella città di Mazyr sotto le spoglie di civili.  Tra loro ci sono mercenari delle PMC controllate da Prigozhin e Shoigu.

 🔻 È noto che i piani di questi gruppi prevedono l’organizzazione di una serie di attacchi terroristici sul territorio della Bielorussia.  Cioè, verrà utilizzato uno scenario simile a quello utilizzato in Russia per iniziare una guerra in Cecenia.  I servizi speciali della Federazione Russa hanno organizzato le esplosioni in diverse case di Ryazan, incolpando di ciò i mitici “militanti ceceni”.  Di conseguenza, la Federazione Russa pianifica una serie di attacchi di artiglieria e missili contro la raffineria di petrolio a Mazyr, le infrastrutture civili e le aree residenziali.  Durante i bombardamenti verranno fatti saltare in aria anche edifici residenziali, ospedali e scuole.

 🔻Questo, secondo i curatori del Cremlino dell'”operazione speciale”, creerà un cosiddetto “casus belli” per Lukashenko.  Questo è un motivo formale per iniziare una guerra.  Si ritiene che in questo caso l’autoproclamato “presidente” della Bielorussia non avrà l’opportunità di evitare la partecipazione alla guerra.

 🔻 Con queste informazioni, gli ufficiali dell’esercito bielorusso hanno iniziato l’evacuazione delle loro famiglie da Mazyr.