E’ il cappello di tredicenne Elisey di Brovary, regione di Kyiv

E’ il cappello di tredicenne Elisey di Brovary, regione di Kyiv. E questa è la maglietta bianca – il ragazzo l’ha indossata sopra il suo giubbotto perché i militari russi vedessero che lui e la sua famiglia erano i cittadini pacifici

his is the hat of 13-year-old Elisey from Brovary, Kyiv region.

Elisey è stato ucciso dall’esercito russo quando lui, sua madre e il suo fratellino di tre anni cercavano di fuggire dal villaggio Peremoha del distretto Baryshivsky. Prima camminavano e dopo andavano in una colonna di cinque auto. I russi vedevano che erano persone pacifiche: una donna con i bambini. Prima gli hanno lasciato andare. 

Ma poi i russi hanno cominciato a sparare la colonna. Madre, che si chiama Inna, ha seppellito suo figlio due volte. La prima volta el giardino vicino a casa nel villaggio Peremoha, dove si nascondevano dai missili e bombardamenti. L’ha seppellito senza un prete, senza una bara. Il padre di Elisey combatteva  in prima linea quel giorno. I russi non hanno permesso neanche portare il corpo del ragazzo al cimitero. 

Elisey è stato risepolto nel nuovo cimitero di Brovary. Nella bara chiusa. Suo padre non ha mai visto il corpo.